Blog: http://gianniguelfi.ilcannocchiale.it

Ecco perché il parlamento non riesce ad eleggere i giudici della Consulta

I 15 giudici costituzionali sono eletti per un terzo dal PdR, un terzo dalle supreme magistrature e un terzo dal parlamento. Ecco cosa prescrive l' art. 135 della Costituzione.
Orbene, sono oramai parecchi mesi che il parlamento non riesce ad eleggere i 3 giudici mancanti di sua spettanza, perché i 5 Stelle non sono disposti a votare per candidati che in passato hanno militato in qualche partito. Chiedono dei candidati superpartes, quindi dei tecnici.
Non riflettono che ad eleggere dei tecnici ci pensano già il PdR e le magistrature e che il parlamento ha tutto il diritto di scegliere qualche ex senatore o deputato, non importa il partito di provenienza, che possa rappresentarlo tra i supremi giudici. Dopotutto se i Costituenti decisero che un terzo dei giudici li dovesse eleggere il parlamento, è perché volevano che anche l' unico organo istituzionale eletto dal popolo fosse rappresentato da qualche suo (ex) componente in seno alla Consulta. O no?

Pubblicato il 1/12/2015 alle 9.48 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web