Blog: http://gianniguelfi.ilcannocchiale.it

Sciogliamo i matrimoni sterili

Non c' è alcuna ragione per la quale lo Stato debba riconoscere le coppie omosessuali, visto che costituzionalmente sono sterili

Parole della parlamentare azzurra Mara Carfagna. Come sappiamo è un' opinione largamente condivisa non solo dalla maggioranza del Cdx, ma sopratutto dalla Cei.
A sentire i vescovi, infatti, sarebbe proprio quello lo scoglio, l' ostacolo insormontabile che impedisce il riconoscimento delle coppie gay: non prolificano.
Ebbene, se questa è la ragione principale alla base del non possumus cosa dovremmo farne allora delle coppie etero regolarmente sposate, magari in chiesa, le quali non riescono a far figli perché uno dei due è sterile?
Sciogliamole. Se entro un certo numero di anni, diciamo 5, non fanno figli si consideri nullo e non avvenuto il matrimonio. Tanto più che oggi una legge, sponsorizzata proprio dal Cdx e dalla Cei, vieta la fecondazione eterologa. Non v' è alcun motivo per cui lo Stato debba continuare a garantire diritti quale la pensione di reversibilità, a spese di noi contribuenti prolifici, a coppie incapaci di figliare perché costituzionalmente sterili.
Se la legge sui Dico non passerà, il Csx proponga di sciogliere i matrimoni sterili iniziando da quelli religiosi. Vedremo cos' avranno da obiettare le Loro Eminenze.

g

Pubblicato il 16/2/2007 alle 12.51 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web