.
Annunci online

Gianni' s own logbook

29 giugno 2011
Ecco come i berluscones di Spazio Azzurro hanno accolto la manovra
elisa NON CAPISCO DOVE è ANDATA A FINIRE LA RIFORMA FISCALE ,HO SEMPRE VOTATO PER SILVIO BERLUSCONI MA COMINCIO A STUFARMI DEGLI ANNUNCI DI FARE INVECE NON CAMBIA NULLA

Charlie TO Delusione totale, per avere un governo che tassa i cap gain e accoglie migliaia di finti profughi extra tanto vale avere la sinistra originale e non l'imitazione.

Marco da Bari dovevamo essere un partito liberale di massa: liberalizzare le farmacie notai ecc. e noi facciamo il contrario. Basta solo Martino può dare una svolta o no voto PDL

manovra economica assomiglia molto a quelle fatte dal gov prodi.Invece di tagliare gli sprechi si ritorna ai tiket e alla tassazione.La solita mentalita statale....SILVIO PENSACI TU!

DIA L'ESEMPIO Bossi cominci a dimezzare lo stipendio di 12 MILA € AL MESE al suo figlioccio, Senatur non so di cosa, via via fora da i ball.....

Paolo Veramente deluso, tassa sulle transazioni, ticket, immigrati...peggio di visco, inutile andare a votare è tutto inutile con questa generazione di politici

Incavolato nero Il Ticket? Le tasse ferme? Avete fregato e preso per i fondelli un intero Paese. Alle prossime elezioni scomparirete dalla scena politica. Deo Gratias e Amen!

micmic: RIFLETTIAMO!Che senso ha x un LIBERALE votare centrodx se le politiche economiche&fiscali dal '01 al '06 e dal '08 ad oggi sono in mano a un socialcomunista come Tremonti?BASTA

Alessandro Se reintroducete il fissato bollato sulle azioni non vi voto più....

Ticket sanità 10Provate a farlo e andremo a votare tutti per VENDOLA ! Siete peggio della sinsitra, peggio di PRODI ! Parola di EX fedelissimi elettori di PDL

Massimo Ma dico ma siete impazziti a fare una manovra del genere? io sn un vs elettore da 10 anni! Aumentare l'iva?? Datevi una regolata o qui succede un casino!!!

Pietro Deluso, nessun taglio alle tasse, anzi, delusissimo, mancata abolizione province, niente taglio alle pensioni scandalose dei politici e affini, dovete fare di piu'.

Finanziaria Se alzate l'Iva e la tassa sulla benzina avete già perso le elezioni

Nicola Silvio ti parla lo zoccolo duro del PDL l'iva al venti non si aumenta ok???

ARAPACA (35) - 
il 29.06.11 alle ore 19:57 scrive:
Puntata di matrix di qualche giorno precedente le ultime elezioni politiche. Berlusconi : elimineremo il bollo auto. Non c'è limite all'indecenza. Questo governo è il peggiore in assoluto dal dopoguerra ad oggi. Ho sempre votato per questa coalizione. NON LO FARO' MAI PIU'.

luciano (13) -
il 29.06.11 alle ore 19:28 scrive:
lo sapevo che sarebbe finita così.. tasse, tasse, tasse!!! Questa è l'ultima che mi fate voi del PDL, NON VI VOTO PIU'!!! Se Bossi & Berlusconi fanno passare stà schifezza sono peggio dei comunisti!

emilio senza fede (11) - 
il 29.06.11 alle ore 19:03 scrive:
A questo punto era più dignitoso andarsene a casa salvando almeno un po di dignità e orgoglio. Vergogna !

mike63 (231) - 
il 29.06.11 alle ore 19:00 scrive:
Vergogna!!!! Silvio, avevi promesso l'abolizione della tassa automobilistica e invece che fai ? La aumenti!!!! Ma vergognati!!!! Non lamentatevi se poi alle prossime elezioni sarete seppelliti da una pernacchia. Ve lo dico da (ex) elettore di CDX molto, ma molto, inc...ato.

Sono solo alcuni dei messaggi di protesta contro gli aumenti delle tasse contenuti nella manovra tremontiana, dal sito ufficiale del Pdl. E non hanno mica tutti i torti, visto che giusto ieri l' altro Sallusti li aveva illusi con questo titolo



g

 







permalink | inviato da gianniguelfi il 29/6/2011 alle 23:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

29 giugno 2011
Gira film porno, scoperta si dimette segretaria di circolo PD
Poiché a differenza di tutti gli altri quotidiani, incluso Libero, il Giornale ha dedicato la prima pagina di oggi non alle porcate della manovra tremontiana, come quella di lasciare al prossimo governo il compito di imporre il grosso dei sacrifici, ma all' arresto di un ex consulente di Bersani e alla riproposizione della notizia, vecchia, che i fondi UE per Napoli li avrebbe bloccati De Magistris, anticipo quale sarà la notizia d' apertura del quotidiano diretto da Sallusti domani. Quella che la segretaria di un circolo PD in provincia di Pisa, è stata protagonista in un film porno amatoriale (si è dimessa dopo esser stata riconosciuta dai concittadini). Immagino già anche il titolone "Bigotti in pubblico, libertini in privato: la doppia morale dei comunisti."
Ricevuto il messaggio lettori di Sallusti? I comunisti non hanno alcun titolo per criticare il bunga bunga del Premier, posto che loro girano film porno.

g



permalink | inviato da gianniguelfi il 29/6/2011 alle 14:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa

28 giugno 2011
Manovra, nessun taglio alle tasse. In compenso tornano i ticket sanitari
"Meno tasse, ci siamo" titolava stamattina il Giornale, dando per scontato che Berlusconi avrebbe convinto Tremonti a ridurre le imposte. Invece non solo le tasse non scenderanno, ma dal primo gennaio 2012 torneranno i ticket sanitari: 10 euro per le prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale e  25 euro per i "codici bianchi" di pronto soccorso. Altre misure sono il blocco del turnover per il pubblico impiego e, dal 2020, la pensione a 65 anni per le donne. Ma la vigliaccata più grande, dal sottoscritto già preannunciata qualche giorno fa, è che il grosso della manovra, 40 mld su 47 totali, verrà spalmata sul biennio 2013-2014, quando verosimilmente al governo non ci sarà più il cdx.




permalink | inviato da gianniguelfi il 28/6/2011 alle 19:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

24 giugno 2011
Napoli sommersa dai rifiuti, ma tocca al governo fare la prima mossa
Perché solo il governo può bypassare con decreto quella sentenza del Tar del Lazio, o sospenderla temporaneamente per il caso Campania, che vieta di trasferire rifiuti dalla regione ove sono stati prodotti ad altre per lo smaltimento. Sarebbe solo una sospensione temporanea, atta a smaltire le circa 2500 tonnellate di rifiuti accumulatesi per le vie di Napoli. Tra l' altro alcune regioni, Emila Romagna, Puglia e Toscana, hanno già assicurato la loro disponibilità ma non si può procedere a causa di quel divieto. In queste ore poi, agli inviti del neosindaco De Magistris e del presidente Napolitano al governo ad adottare un decreto ad hoc, si sono aggiunti quelli dei presidenti di provincia e regione campani, entrambi PDL.
Per la verità il governo si è riunito già due volte per porre mano al decreto, ma entrambe le volte è stato stoppato dall' opposizione della Lega nord.
Quindi le accuse della stampa di destra a De Magistris di scaricare il problema rifiuti sul governo, sono campate in aria. Perché spetta proprio all' esecutivo fare la prima mossa per risolverlo, neutralizzando la sentenza del tribunale laziale.

g



permalink | inviato da gianniguelfi il 24/6/2011 alle 23:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (17) | Versione per la stampa

23 giugno 2011
In esclusiva per i lettori del blog: ecco la lingua di Minzolini
Ora che Annozero non c' è più e Ballarò è in vacanza fino a settembre, l' informazione RAI sarà monopolizzata dai servi di Berlusconi.
Un primo assaggio di quello che ci aspetta ce l' ha dato ier sera Minzolini, vulgo Minzolingua, in un suo squallido editoriale nel quale ha definito "improprie e di dubbia utilità" le intercettazioni sulla P4. Non spetta al parlamento ma a giudici e pm dire se delle intercettazioni siano o meno utili, figuriamoci se tocchi al direttore del Tg1
. Nemmeno se messo li grazie a un lingua eccezionalmente lunga e instancabile.



g



permalink | inviato da gianniguelfi il 23/6/2011 alle 23:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

21 giugno 2011
Quando Silvio promise di ridurre le tasse per tutti...
Ecco come fini la promessa di una riduzione delle tasse, l' ultima volta che Berlusconi fu al governo. Qualcuno è ancora disposto a credergli?



g



permalink | inviato da gianniguelfi il 21/6/2011 alle 23:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (37) | Versione per la stampa

19 giugno 2011
Finalmente tocca alla dx fare una manovra lacrime e sangue
Nelle tre precedenti occasioni in cui si era resa necessaria un tale tipo di manovra, al governo c' era la sinistra: nel 1992, governo Amato, per salvarci dalla bancarotta dopo essere stati cacciati dal serpente monetario, nel 1997, governo Prodi, per entrare nell' euro, nel 2007, ancora Prodi, per tornare sotto il 3% del deficit pil.
Oggi che occorre una finanziaria da 40-45 mld. per centrare l' obiettivo del pareggio di bilancio entro il 2014, evitando cosi una crisi di tipo greco, al governo finalmente c' è la destra. Vedremo come se la caveranno. Vedremo se Tremonti riuscirà ad imporsi, oppure se avranno la meglio Bossi e Berlusconi i quali vorrebbero abbassare le tasse per riguadagnare i consensi perduti alle amministrative (
una richiesta da incoscienti, all' indomani dell'annuncio di Moody's di porre sotto osservazione i rating dell'Italia). O figuri come il neoministro dell' agricoltura Saverio Romano, del gruppo degli irResponsabili, secondo il quale Tremonti sbaglia a tenere i conti in ordine consentendo cosi a un probabile prossimo governo della sinistra, di abbassarle lui le tasse. Ma ci rendiamo conto da che razza di matti siamo governati?

Sopratutto però, sarà interessante vedere come il ministro del tesoro distribuirà i sacrifici lungo il quadriennio 2011-2014. Se lo farà come annunciato un mese fa, ossia 2.5 mld. nell' anno in corso, 4 mld. nel 2012, lasciando poi il grosso dei 40 mld. in eredità al prossimo governo per il biennio 2013/14, allora non ci siamo. Sarebbe una furbata indecente.

g




permalink | inviato da gianniguelfi il 19/6/2011 alle 20:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (39) | Versione per la stampa

18 giugno 2011
I leghisti sono come i cani da pagliaio, abbaiano ma non mordono.
"La Lega a Pontida abbaierà ma non morderà" questa la previsione di Feltri sul Giornale e io sono d' accordo. Del resto, abbaiare senza mordere, al pari dei cani da pagliaio, è esattamente quello che i capoccia leghisti fanno da anni. Minacciano sfracelli ed ecatombi, ma al momento di passare ai fatti rinviano perché è pronto in tavola. Quindi domani a Pontida abbaieranno l' ennesimo penultimatum contro Berlusconi, guardandosi bene però dall' azzannargli le terga. E se poi qualche incauto tra gli astanti chiederà conto del loro operato al governo, risponderanno che il trasferimento dei ministeri al nord è ormai cosa fatta, serve solo qualche milione di firme.

g



permalink | inviato da gianniguelfi il 18/6/2011 alle 13:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

18 giugno 2011
Iva Zanicchi: "Berlusconi il 22 scioccherà gli italiani"
''Il 22 giugno Berlusconi che e' un uomo intelligente e ha capito che stiamo attraversando un momento difficile, sciocchera' ancora una volta tutti gli italiani. Io lo so perche' me lo ha confidato lui. Fara' dei fuochi d'artificio, delle cose scioccanti, lui e' l'unico che puo' ancora fare sparate''.
Parole della balena di Ligonchio ai microfoni di Radio 2
.

Cosa dirà di tanto sorprendente Berlusconi il 22, Napoli ripulita in 3 giorni? Sono il politico più grande del mondo? E ora via alle riforme? oppure Ecco la mia fidanzata segreta? Non vedo l' ora di farmi scioccare.

g



permalink | inviato da gianniguelfi il 18/6/2011 alle 11:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa

14 giugno 2011
Grazie a Berlusconi i comunisti in Italia sono aumentati di 10 mln. in 3 anni!
Ecco i voti ottenuti dai partiti comunisti alle politiche del 2008 (Camera dei deputati) Fonte

PD                 12100000
IDV                  1600000
SX ARCOB.     1120000
SOCIALISTI       350000
PCI                     208000
SX CRITICA      167000

TOTALE            15450000


Coloro che hanno votato si all' abolizione del legittimo impedimento invece sono stati
ben 25736000 (Fonte) Evidentemente tutti comunisti, perché non è pensabile che qualche sostenitore del Cdx, molti di loro hanno partecipato al referendum, abbia votato per l' abolizione di una legge salva Silvio. Quindi in soli 3 anni di governo Berlusconi, i nipotini di Stalin in Italia sono aumentati di ben 10 mln. Cifra ancor più eclatante, se pensiamo che l' affluenza alle politiche fu dell' 80% mentre al referendum del 55%

g





permalink | inviato da gianniguelfi il 14/6/2011 alle 19:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa

13 giugno 2011
Legittimo godimento


REFERENDUM 1 (servizi pubblici locali)
Affluenza 57,09% (8.085 comuni su 8.092)

SI'
95,42% (16.430 sezioni su 61.599)
NO 4,58%

REFERENDUM 2
(tariffa servizio idrico)
Affluenza 57,1% (8.084 comuni su 8.092)

SI'
95,88% (11.381 sezioni su 61.599)

NO
4,12%

REFERENDUM 3
(energia elettrica nucleare)
Affluenza 57,07% (8.084 comuni su 8.092)

SI'
94,39% (7.035 sezioni su 61.599)

NO
5,61%

REFERENDUM 4
(legittimo impedimento)
Affluenza 57,09% (8.082 comuni su 8.092)

SI
94,99% (4.835 sezioni su 61.599)

NO
5,01%
  La festa del Sì alla Bocca della Verità

Cartello alla festa del SI a Roma (foto da Repubblica.it)






permalink | inviato da gianniguelfi il 13/6/2011 alle 17:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa

10 giugno 2011
Ma perché Silvio non abolisce il canone?
Qual è la tassa più odiata dai sostenitori del cdx? Il canone RAI. Pensare che anche un solo euro delle loro tasse concorra a pagare gli emolumenti a Santoro o Floris, li fa andare in bestia. Mesi addietro il Giornale lanciò perfino una raccolta di firme per chiedere l' abolizione dell' abbonamento. Ebbe un certo successo, ma si rivelò inutile perchè la tassa è ancora li. Lo stesso Berlusconi gli si è più volte scagliato contro , dicendo che a causa di certi programmi non l' avrebbe più pagata e invitando i suoi sostenitori a fare altrettanto. Ma perché costoro dovrebbero rischiare di vedersi appioppare multe salate per evasione del canone, quando la soluzione è facile e a portata di mano, ovvero la sua abolizione? Perché Berlusconi non lo fa, cosa aspetta, chi altri può farlo se non il governo in carica? Cosa aspetta l' ex ministro Castelli a farsi promotore di una legge in tal senso, lui che ier sera ad Anno Zero ha più volte ripetuto di non voler contribuire a pagare lo stipendio a Travaglio?

La verità è che malgrado le sue sparate, buone solo ad aizzare i suoi elettori contro la tv pubblica sperando si sintonizzino sulle sue reti private, dovesse governare centanni Berlusconi il canone non lo abolirà mai e poi mai. Perché se lo facesse, la suddivisione della torta pubblicitaria andrebbe ridiscussa e le reti Mediaset dovrebbero cederne una buona fetta alla Rai, per compensarla dei mancati introiti del canone. Infatti per legge la RAI trasmette molta meno pubblicità, molti meno spot di Mediaset, proprio perché può contare sul canone. Mancando questo, qualcuno dovrebbe cederle una parte dei suoi spot. E chi se non Publitalia, il maggior raccoglitore di pubblicità in Italia, di proprietà del Premier?
Ecco perché nonostante i suoi inviti all' evasione, Silvio, che non è certo un fesso, quella tassa non l' abolirà mai. Fessi sono semmai quei milioni di italiani che ancora gli credono.

g



permalink | inviato da gianniguelfi il 10/6/2011 alle 10:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (20) | Versione per la stampa

8 giugno 2011
Silvio, cambia il tuo movimento da autocratico in democratico!
Assieme a quello di tornare ad essere il Berlusconi del 94, che prometteva di liberalizzare, sburocratizzare e privatizzare tutto il privatizzabile al fine di favorire la libera concorrenza, è questo l' invito che i servi contenti hanno rivolto al Premier nell' incontro organizzato da Giuliano Ferrara a Roma. Ciò significa che per 17 anni costoro hanno coscientemente sostenuto un signore che, unico caso nel mondo civilizzato, guida il suo partito alla maniera di un autocrate, un despota.
Per quale miracolo potesse poi costui trasformarsi in democratico nei rapporti con alleati, istituzioni dello Stato, partiti e media dell' opposizione, Ferrara e gli altri non lo hanno detto. Infatti il miracolo non è avvenuto e anche interagendo con gli altri Silvio si comporta da ducetto.
E nemmeno hanno spiegato, i servi del Premier, come fa un signore che per una vita la concorrenza,  legittimamente, come ogni imprenditore o lavoratore autonomo, l' ha vista come il fumo negli occhi, a diventarne improvvisamente paladino.


g



permalink | inviato da gianniguelfi il 8/6/2011 alle 19:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (26) | Versione per la stampa

7 giugno 2011
Anche il TG2 sbaglia la data dei referendum. Ora basta!
Prima il Tg1, adesso il Tg2. A pensar male si fa peccato ma spesso s' indovina, diceva Mao dse Dong. Che la Rai sbagli per ben due volte le date dei referendum, a distanza di pochi giorni, non sembra per nulla un errore o una casualità.





permalink | inviato da gianniguelfi il 7/6/2011 alle 19:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

6 giugno 2011
Tegn dur Giulio, mai mulà!
Glielo dico cosi, alla padana, in omaggio alle sue simpatie leghiste. Giulio Tremonti non deve mollare, deve tenere ben stretti i cordoni della borsa e non  cedere alla voglia del Premier di elargire qualche mancia fiscale per riconquistare i consensi perduti. Abbassare le tasse ora sarebbe da incoscienti posto che occorrerà una manovra da 46 mld. di euro per ridurre il debito pubblico, dallo stratosferico 118% del pil dove è ora a meno del 60% entro il 2014, al fine di restare in Europa. Già cosi, dopo aver già raschiato il fondo del barile col suo taglio del 10% alle spese di tutti i ministeri, Tremonti non sa dove troverà quei soldi. Figuriamoci se i miliardi dovessero aumentare per far contento Berlusconi.

g




permalink | inviato da gianniguelfi il 6/6/2011 alle 12:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

sfoglia maggio   <<  1 | 2  >>   luglio