.
Annunci online

Gianni' s own logbook

14 giugno 2006
Liberalismo vo cercando ch' è si caro

Qualcuno sa dirmi in cosa consiste il tanto strombazzato liberalismo della destra italiana?
A quanto è stato dato da vedere in questi 5 anni è stato applicato solo al campo dell' economia. E anche qui, se pensiamo alla legge Gasparri, in maniera contradditoria e sgangherata.
Per il resto, di liberalismo politico se n' è visto poco.

Il Premier ha dato prova di avere un senso dello Stato assai labile, il governo ha mortificato la scuola pubblica dimenticandosi del ruolo che essa ha avuto nella formazione delle coscienze nella fase più nobile della costruzione dello Stato nazionale italiano, la laicità dello Stato si è ridotta ulteriormente, l' europeismo è stato buttato a mare, il conflitto d' interessi è stato elevato a sistema, si è varato un federalismo dissolutorio, cristallizzato (con la Gasparri, appunto) l'esorbitante concentrazione di potere economico-mediatico, tentato di abolire la parità nella propaganda elettorale, varato leggi ad personam...
Insomma, si è tentato in tutti i modi di aggirare le regole dimenticandosi che liberalismo significa anche e sopratutto conflitto politico secondo le regole.

Anche nel campo dei diritti civili e della scienza il tanto vantato liberalismo della destra si è distinto per una completa sottomissione ai desiderata del Vaticano: chiusura totale al riconoscimento delle coppie di fatto, mortificazione della libera scienza in materia di ricerca sugli embrioni, aperture alla revisione della legge sull' aborto. Se a quanto sopra aggiungiamo il proibizionismo miope in materia di lotta alle tossicodipendenze e la contrarietà a concedere il voto amministrativo agli immigrati in regola, non potremo non concludere che i veri liberali oggi in Italia siamo noi vecchi nipotini di Stalin.

g




permalink | inviato da il 14/6/2006 alle 21:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

sfoglia maggio        luglio