.

Gianni' s own logbook

16 dicembre 2014
Cari amici pentastellati vi supplico, vi scongiuro...
...di rimandare al mittente, magari infiocchettandolo alla vostra maniera con qualche vaffa, l' invito a collaborare fattovi da Renzi stamane in Aula ("abbiamo bisogno di voi"). Accettandolo rischiereste di portare a casa qualche risultato da esibire poi ai vostri elettori, risalendo cosi nel loro gradimento. Rischiereste di contare finalmente qualcosa. Invece voi dovete rimanere ininfluenti, irrilevanti. Dovete continuare a non contare un cazzo, come fino ad oggi. Mi raccomando, neh, non deludetemi.

g



permalink | inviato da gianniguelfi il 16/12/2014 alle 16:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

16 dicembre 2014
Il grillino Currò sfancula in diretta il M5S
Ora sulla sua pagina FB arriveranno le serve ad insultarlo dicendo che lo ha fatto per i soldi...




permalink | inviato da gianniguelfi il 16/12/2014 alle 13:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

11 dicembre 2014
I grillini vogliono tornare alla lira? Basta che vincano le elezioni
Raccolta di firme per una legge di iniziativa popolare, cosi dovrebbero chiamarla i grillini e non raccolta di firme per un referendum. E dovrebbero anche informare i cittadini che per quanto numerose siano le firme, il parlamento non è obbligato a discuterla. E senz' altro questo parlamento non la discuterà, non la porrà in votazione, posto che si ripromette di stravolgere l' art.75 della costituzione, introducendovi il referendum propositivo inteso ad abolire l' euro. Inoltre i cittadini che si apprestano a firmare ai banchetti, andrebbero informati che l' uscita dalla moneta unica
comporterà anche l' uscita dall'Unione Europea. Quindi cari amici pentastellati, per tornare alla lira dovrete aspettare di vincere le elezioni ed avere cosi la maggioranza in parlamento.

g

 



permalink | inviato da gianniguelfi il 11/12/2014 alle 13:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa

9 dicembre 2014
Travaglio ha ragione
Nella sua pippata odierna sul Fatto Quotidiano, Travaglio ci fa notare che negli scandali Expo, Mose e Mafia Capitale il PD c' è sempre e i grillini mai. Ha ragione. Ma se è per questo non ci sono nemmeno i radicali di Pannella. E neppure quelli di Casa Pound. Non ci sono per la semplice ragione che non avendo posti di responsabilità, eccetto tre o quattro sindaci nel caso dei 5 Stelle, difficilmente avranno l' occasione di delinquere. Il giorno però in cui avessero centinaia di sindaci, qualche presidente di regione e diversi sottosegretari, giorno che speriamo non arrivi mai, sicuramente alcuni di loro si troverebbero immischiati in scandali e scandaletti fino al collo. E per la semplice ragione che il potere corrompe e i grillini non vengono da Marte ma sono umani anche loro. Quindi a rischio di farsi corrompere.

g



permalink | inviato da gianniguelfi il 9/12/2014 alle 17:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa

8 dicembre 2014
Ma la percentuale dei disonesti nelle fila del PD è bassissima
In tutte le professioni, in tutte le categorie di lavoro vi è una minoranza di lestofanti e la classe politica non fa eccezioni. E se consideriamo che grazie al fatto di governare una moltitudine di comuni nonché la maggioranza di province e regioni il PD vanta migliaia tra assessori e consiglieri (per non parlare dei parlamentari), è inevitabile, anzi fisiologico, che un certo numero di loro prima o poi si dimostri disonesto. Tuttavia, rapportata a quelle migliaia, la percentuale dei malandrini tra le fila del PD è bassissima, trascurabile. Questo non ci esime dal tenere alta la guardia e dal fare pulizia. Ma l' accusa che i politici son tutti ladri va respinta con forza perché non vera. Cosi come non è vero che tutti i commercianti sono evasori o i musulmani tutti terroristi.

g




permalink | inviato da gianniguelfi il 8/12/2014 alle 19:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa

4 dicembre 2014
Renzi demolisce il giornalista più amato dai 5 Stelle
Ospite di Bersaglio Mobile, programma della Sette diretto da Mentana, Renzi è intervistato da Travaglio, Damilano e lo stesso Mentana.
 Il Pres. del Consiglio è ancor più brillante del solito, risponde in modo esaustivo e dettagliato ad ogni domanda. Insomma un fiume in piena. Travaglio è in evidente difficoltà tanto che alla fine fa scena muta.
Se ne sono accorti anche i suoi sostenitori, basta leggere i commenti sulla pagina FB del giornalista del Fatto: irriconoscibile, moscio, troppo morbido, sono i giudizi più carini.

La verità è che al pari di molti giornalisti Travaglio è più bravo a scrivere che a parlare. Infatti anche i suoi famosi monologhi da Santoro li scrive prima. E poi va anche detto che questo governo sta facendo bene, quindi era difficile se non impossibile mettere in difficoltà uno come Renzi, bravissimo nelle risposte, per mancanza di argomenti. Tanto è vero che Travaglio è stato costretto a ricorrere al solito conflitto d' interessi e al patto del Nazareno.

Insomma il giornalista più amato dai grillini è stato sconfitto su tutta la linea.




permalink | inviato da gianniguelfi il 4/12/2014 alle 7:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (29) | Versione per la stampa

28 novembre 2014
Renzi vs. Salvini. sarà questo il duello alle prossime politiche?
E' triste vedere come i due anziani condannati in via definitiva stiano dilapidando il capitale di voti ottenuto alle politiche del 2013, solo di poche migliaia di voti inferiore a quello piddino, rischiando cosi di fare implodere i rispettivi partiti.
E la causa principale è per molti versi simile. Anzi, identica. Ossia il rifiuto di entrambi a farsi da parte, cedendo la guida ad altri.

Berlusconi sono anni che prima nomina successori, Fini, Alfano, per poi bruciarli. Giorni fa ha addirittura scimmiottato XFactor esaminando una ventina di giovani di F.I., alla ricerca di un Renzi di destra. Quando invece la soluzione l' avrebbe a portata di mano, quella che molti suoi parlamentari chiedono e milioni di elettori auspicano, ossia le primarie tra una mezza dozzina di candidati, anche di Lega e Fratelli d' Italia. Come fece il PD facendo concorrere alle primarie Vendola e Tabacci.
La stessa cosa vale anche per Grillo. La creazione del direttorio non inganna nessuno, ad avere l' ultima parola in seno al M5S saranno sempre lui e Casaleggio.

La crisi dei due maggiori partiti d' opposizione avvantaggia la Lega, infatti non per niente Salvini vola nei sondaggi. Se da qui al 2018 F.I. e M5S non si rimetteranno in carreggiata, sarà lui a contendere a Renzi la vittoria alle prossime politiche.








permalink | inviato da gianniguelfi il 28/11/2014 alle 16:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

25 novembre 2014
Fogna, postribolo di massoni, palazzo immondo, sono delle merde
Ecco alcuni degli "apprezzamenti" rivolti da dei parlamentari grillini al parlamento e ai loro colleghi degli altri partiti. Parole sulle quali tutti i dittatori e aspiranti tali del pianeta, metterebbero la firma. Del resto ci aveva già pensato Grillo a definire larve deputati e senatori e ad auspicare la chiusura delle Camere. Forse non se ne rendono conto, almeno lo spero, ma denigrare cosi quello che fino a prova contraria è l' espressione della volontà popolare, è un invito ad aprire la strada a soluzioni autoritarie. Fortuna che dopo l' exploit alle politiche del 2013, il M5S è precipitato nei consensi, e, sperabilmente, da qui al 2018 è destinato alla quasi estinzione. Sennò ci sarebbe veramente di che preoccuparsi.



permalink | inviato da gianniguelfi il 25/11/2014 alle 11:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa

24 novembre 2014
2014 anno di grandi vittorie per il PD
Dallo scorso febbraio ad oggi sono stati rinnovati i consigli regionali di Sardegna, Piemonte, Abruzzo, Calabria e Emilia-Romagna. In tutti ha prevalso il PD che ha strappato i primi quattro al Cdx e si è confermato in Emilia-Romagna.
Se a questi ottimi risultati ci aggiungiamo il 40.8% alle europee, possiamo dirci soddisfattissimi. Il PD è il partito più amato dagli italiani
.

Dice : e l' astensionismo, specialmente in Emilia-Romagna? E' sicuramente preoccupante, ma mi consola il fatto che quei voti non siano andati alle opposizioni. Sono piddini astenutisi perché delusi, non da Renzi, come sostiene stamani Fassina, ma dai vecchi consiglieri regionali. Tutti voti che Bonaccini, ne sono certo, recupererà governando bene la sua regione.

g



permalink | inviato da gianniguelfi il 24/11/2014 alle 12:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa

18 novembre 2014
Gli abitanti di Tor Sapienza smascherano la montatura pentastellata
Sono una cittadina non una politica, protestava ier sera la senatrice Taverna a chi le rinfacciava di appartenere alla classe politica.
No, ribattevano quelli, stai dentro il parlamento e quindi sei una di loro, una politica.
E cosi, con queste poche parole, l' impostura dei sedicenti cittadini a 5 Stelle è stata smontata. Sono in parlamento e quindi sono dei politici a tutti gli effetti. Perciò la smettessero di ingannare la gente autoproclamandosi semplici cittadini. Un giochetto ipocrita già usato da Berlusconi, il quale continuò a definirsi un imprenditore prestato alla politica, anche dopo esser diventato Pres. del Consiglio per la terza volta.





permalink | inviato da gianniguelfi il 18/11/2014 alle 9:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa

14 novembre 2014
Evviva, i 5 Stelle hanno trovato la soluzione per la crisi!
Ecco cosa scrive il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio sulla sua pagina FB (il grassetto è mio)

Ogni week end incontro imprese, cittadini in difficoltà, visito beni culturali in abbandono, luoghi turistici trascurati.
Ovunque io vada c'è bisogno
di centinaia di migliaia di euro per mettere a posto quello che hanno distrutto i partiti negli ultimi 30 anni. Ma dove prendiamo tutti questi soldi?
Certo, molti si possono ricavare dalla lotta agli sprechi, ma se non stampiamo moneta non ne usciamo.
L'unico modo per salvare l'Italia e uscire dal buio è questo referendum sull'euro che abbiamo lanciato. Dobbiamo riappropriarci della nostra moneta, per investire, creare lavoro e riprenderci.

Grande Di Maio! Non abbiamo soldi per risolvere tutti i problemi che affliggono l' Italia? E che ci vuole, basterà riappropiarci della sovranità monetaria e stampare soldi a volontà: un milione, due milioni, cento milioni. Un miliardo se serve. Perché si sa, risolvi un problema qua e subito ne spunta un altro là. E se togli dalle ristrettezze le imprese, come puoi dire no ai sindaci di località turistiche o ai comuni cittadini? E' l' uovo di Colombo, ma solo delle menti astutissime come quelle dei 5 Stelle potevano arrivarci. Se poi a forza di stampare sempre più moneta questa si deprezza e manda l' inflazione alle stelle, falcidiando il potere d' acquisto dei cittadini, che si fa? Attendiamo risposta dalle menti astutissime.

g





permalink | inviato da gianniguelfi il 14/11/2014 alle 13:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

12 novembre 2014
Tg 2 delle 20.30 scandaloso
VERGOGNA!! Il TG delle 20.30 ha dato come seconda notizia l' intervento di Grillo a Brussel, addirittura prima di una notizia su Napolitano! Ma com' è possibile che un Tg del prime time, quando i bambini non sono ancora a letto, si occupi dei fattacci di un pluriomicida, per di più mostrandoci il suo ghigno in primo piano? Stanotte molti bimbi avranno un sonno pieno di incubi.



g



permalink | inviato da gianniguelfi il 12/11/2014 alle 20:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa

10 novembre 2014
La scimmia che impedisce ad ogni grillino di pensare con la propria testa
Una scimmia (con le sembianze di Grillo) è seduta sulle spalle di ogni pentastellato e gli impedisce di pensare con la propria testa.
Solo quando per brevi istanti scende dalla sua spalla, il grillino dice parole ragionevoli e di buon senso. Ma non appena gli risale in groppa, lui non può fare a meno di ripetere a pappagallo gli slogan e le frasi deliranti della coppia Grillo-Casaleggio.
E' quanto si legge nella stupenda vignetta di Stefano Disegni, apparsa sul Fatto Quotidiano di domenica scorsa.

.








permalink | inviato da gianniguelfi il 10/11/2014 alle 22:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa

10 novembre 2014
Siamo alle comiche
Un partito chiede alla magistratura di indagare su un qualcosa che accade ogni giorno in tutti i parlamenti del mondo: vale a dire un accordo riservato tra altri due partiti. E mentre presentano la denuncia, non gli scappa nemmeno da ridere. Sono serissimi. Domanda: poiché la magistratura si attiva solo in caso di notizia o ipotesi di reato, in queso caso dove sarebbero l' una o l' altra? I grillini, coloro i quali hanno presentato l' esposto, non lo spiegano.
Ridicoli, sempre più ridicoli.

g



permalink | inviato da gianniguelfi il 10/11/2014 alle 19:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

7 novembre 2014
All's Well That Ends Well
Il M5S si è opposto all' elezione di Violante alla Consulta perché politico di professione e la sua nomina sarebbe stata il risultato di un accordo partitocratico tra Pd e Pdl. Al suo posto hanno chiesto un tecnico superpartes e sono stati accontentati. Tutto è bene ciò che finisce bene. Ma delle figure superpartes fanno già parte della Consulta, cosa sono infatti se non dei tecnici lontani dalla politica i 5 membri scelti dalla magistratura? E se i Padri Costituenti disposero che altri 5 li scegliessero tra i loro componenti le camere riunite, non sarà per caso perché volevano che anche il parlamento, espressione della volontà del popolo, fosse rappresentato nell' Alta Corte? Credo proprio di si. Quanto agli accordi partitocratici, com' è avvenuta l' elezione della Sciarra e di Zaccaria se non grazie a un accordo partitocratico? Quando i pentastellati finalmente capiranno che la democrazia si regge sopratutto grazie ad accordi tra i partiti, sarà sempre troppo tardi.



permalink | inviato da gianniguelfi il 7/11/2014 alle 11:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

sfoglia novembre