.

Gianni' s own logbook

28 maggio 2015
Ecco a voi l' elettore tipo di Salvini



permalink | inviato da gianniguelfi il 28/5/2015 alle 10:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

27 maggio 2015
Panico tra i grillini, dovranno sottostare agli obblighi di trasparenza e democrazia interna
Grazie a un pdl che presto il PD presenterà alle Camere, i partiti o movimenti saranno obbligati a dotarsi di personalità giuridica, avere un vero statuto ed iscriversi al registro.Tutto ciò favorirà la democrazia e trasparenza interna. Ciascun passaggio della vita interna dei partiti sarà dunque soggetto a un preciso codice: dalle candidature alle garanzie per le minoranze del partito stesso. Cosi, di fronte a presunte violazioni, ogni iscritto potrà rivolgersi a un magistrato ordinario. E che i grillini siano contrari a queste semplici leggi di trasparenza e democrazia non sorprende, visto che il loro è un partito padronale guidato da una diarchia che fa il bello e cattivo tempo senza render conto a nessuno.



permalink | inviato da gianniguelfi il 27/5/2015 alle 11:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa

26 maggio 2015
I due collettori del vomito degli italiani

Nulla come il calcio e la politica son atti a scatenare le passioni popolari. Alcuni vivono la loro passione in modo urbano, rispettoso delle opinioni o del tifo altrui. Molti cittadini invece, i più fanatici, vedono negli "altri", i sostenitori del partito o della squadra avversa, una specie di nemico da insultare, non considerandoli degni della minima stima.
A volte capita anche, e parlo della politica, che l' avversario non sia il supporter di altro partito, ma una minoranza di cittadini (gli immigrati, i rom) oppure un ente esterno (la UE) e addirittura una valuta (l' euro) o il PdR. Il disprezzo per questi supposti nemici interni ed esterni, viene espresso dai fanatici con parole e frasi cosi volgari da somigliare a conati di vomito.

La cosa finirebbe li se tutti ignorassero le espettorazioni di questi esaltati. Invece in quasi tutti i Paesi europei c' è chi, da Farage alla Le Pen all' ungherese Orban, è ben lieto di raccogliere il vomito della parte meno presentabile della cittadinanza per trasformarlo in voti.
In Italia questo compito se lo sono assunto Grillo e Salvini: dall' euro alla Ue al PdR il primo, dagli immigrati ai rom e ancora la Ue il secondo, nulla, nessuno schizzo viene tralasciato dai due collettori di vomito nostrani.




permalink | inviato da gianniguelfi il 26/5/2015 alle 11:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa

25 maggio 2015
"Ma noi non siamo come Grillo, lui punta solo a distruggere"

"MA NOI NON SIAMO COME GRILLO, LUI PUNTA SOLO A DISTRUGGERE. UN PARTITO NON PUO' DIPENDERE DA UN UOMO SOLO, I GRILLINI HANNO FALLITO NEL PROCESSO DI COSTRUZIONE DI UN' ALTERNATIVA"

Parole di Juan Monedero, uno dei fondatori di Podemos, il partito vincitore delle amministrative spagnole.





permalink | inviato da gianniguelfi il 25/5/2015 alle 11:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa

21 maggio 2015
M5S vota no all' anticorruzione assieme a Forza Italia

Via libera della Camera, l’Anticorruzione è legge

Arriva l’approvazione con 280 sì, contro M5S e Fi. Torna il falso in bilancio.

Altro che patto del Nazareno, sono i grillini i veri alleati di Forza Italia





permalink | inviato da gianniguelfi il 21/5/2015 alle 17:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

20 maggio 2015
Il tuo è un voto d' opinione o d' interesse?
Dunque sembra che molti insegnanti non voteranno più PD perché contrari alla riforma renziana della scuola. Se l' avesse fatta come piace a loro, gli avrebbero confermato il voto. Che in questi 15 mesi il governo abbia già approvato riforme importanti, ed altre ne abbia in cantiere, a costoro non gliene può fregar di meno. Gli importa solo il benessere della categoria alla quale appartengono, il resto non conta: tu Renzi con questa riforma hai danneggiato la mia parte e io ti tolgo il voto.
Sono molti gli elettori che si comportano cosi. Il loro è un voto d' interesse, perché al politico chiedono la difesa e la promozione del proprio privato tornaconto. E pazienza se il resto va in malora.

Altri invece esprimono un voto d' opinione. Sono convinti che solo una certa parte politica, di dx o sx che sia, saprà fare quello che gli sta più a cuore, più ancora del loro bene privato: il bene del Paese tutto. Perché è solo se il Paese intero progredisce, e non solo questa o quella consorteria, questa o quella fazione, questa o quella classe di cittadini, che "l' Italia tornerà a fare l' Italia" (Renzi dixit).  E quella parte votano. Anche se non condividono pienamente alcune scelte o se da esse vengono personalmente danneggiati. Inutile dire che tutta la mia simpatia va a questo secondo tipo di elettori
, ai quali appartengo.



permalink | inviato da gianniguelfi il 20/5/2015 alle 17:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

18 maggio 2015
Di Battista continua a raccontar balle sul suo stipendio
Ipotizziamo che a domanda sull' ammontare della mia pensione, io dica: 100 euro. Se rispondessi cosi mentirei di brutto, perché in realtà prendo di più. Dicendo 100, semplicemente non includo quanto da me speso in bollette, benzina, alimentari e altro. Quindi dico il falso, perché anche quelli eran soldi che facevano parte della mia pensione
Ebbene, raccontando in diversi programmi tv che guadagna 3 mila euro (a Porta Porta, Quinta Colonna su Rete 4 e Virus su Rai 2), il deputato Di Battista si comporta esattamente come il sottoscritto nell' ipotesi qua sopra. Perché in realtà tra stipendio netto e rimborsi a febbraio ha incassato 8700 euro. E' vero che alla fine in tasca gliene son rimasti solo 3 mila, ma perché gli altri 5 li ha spesi in vitto, trasporti, stipendio ai collaboratori e consulenze varie.




permalink | inviato da gianniguelfi il 18/5/2015 alle 11:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa

15 maggio 2015
Tanto dalla merda nascono i fiori
Visto che non piace a studenti e professori, se fossi in Renzi lascerei perdere la riforma della scuola e lascerei tutto cosi com' è. Con quei 100 mila precari, precari a vita. Si risparmierebbero 4 miliardi che potrebbero essere utilizzati per aumentare le pensioni al minimo, E se la scuola pubblica è nella merda pazienza, dicono che dalla merda nascano i fior.



permalink | inviato da gianniguelfi il 15/5/2015 alle 8:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa

10 maggio 2015
Oramai è accertato, Travaglio è in stato confusionale
Ieri, 29 aprile



Oggi, 10 maggio



Naturalmente Mattarella può commettere errori (e secondo noi firmare l'Italicum lo è stato), ma evita di impicciarsi nelle faccende di competenza governativa e parlamentare. Non lascia trasparire i suoi orientamenti mentre la politica decide, e solo alla fine, quando le leggi giungono sul suo tavolo, decide se promulgarle o bocciarle.

QUAL E' IL VERO TRAVAGLIO, QUELLO CHE IERI RIMPROVERAVA MATTARELLA PERCHE' TACEVA SULL' ITALICUM, OPPURE QUELLO DI OGGI CHE LO LODA PER AVER TACIUTO QUANDO LA LEGGE ERA ANCORA IN DISCUSSIONE ALLE CAMERE? PROBABILMENTE E' LA STESSA PERSONA MA IN EVIDENTE STATO CONFUSIONALE.



permalink | inviato da gianniguelfi il 10/5/2015 alle 8:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

7 maggio 2015
Finalmente una bellissima notizia
L' ufficio di presidenza della Camera ha deciso le sanzioni per i disordini avvenuti in aula lo scorso febbraio, durante la discussione sulle riforme costituzionali. I parlamentari sospesi sono in tutto 66, 3 della Lega, due di Scelta Civica, uno di Sel e uno del PD. Tutti gli altri sono del M5S. Ricordo che quel giorno i parlamentari grillini impedirono ad altri oratori di intervenire, inscenando cori accompagnati da colpi sui banchi per svariati minuti tanto che la Boldrini fu costretta a sospendere la seduta. Anche lei per altro fu presa da mira con cori di "serva, serva" sempre dal gruppo dei 5 Stelle.Tra i più sanzionati vi sono Carlo Sibilia, sospeso per ben 24 sedute. Gianluca Vacca (20) Di Battista, Ruocco, Liuzzi (18). In totale i parlamentari 5 Stelle hanno accumulato 616 giorni di sospensione. Evviva.





permalink | inviato da gianniguelfi il 7/5/2015 alle 8:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa

4 maggio 2015
Approvato l' Italicum, legge simile a quella che permise a Pizzarotti di diventare sindaco di Parma col 20% dei voti
Approvato l' Italicum, la legge identica a quella che nel 2012 permise a Pizzarotti, lui che al primo turno aveva ottenuto solo il 20% dei voti, di vincere al ballottaggio e diventare sindaco di Parma. Però non ricordo i grillini accusare quella legge di incostituzionalità.

Primo turno 6-7 maggio 2012

Candidati Voti %



Vincenzo Bernazzoli 34.433
39,20




Federico Pizzarotti 17.103
19,47

Ecco i punti qualificanti dell' Italicum





permalink | inviato da gianniguelfi il 4/5/2015 alle 16:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

2 maggio 2015
Grillo «Expo va fermata, è un’associazione a delinquere».
Parole dette dal leader 5 Stelle durante un' intervista il maggio scorso.
Con dei cattivi maestri cosi in giro, ovvio che poi qualcuno li prenda alla lettera e provi davvero a fermare l' Expo. Come i delinquenti che hanno devastato Milano ieri. E dopo aver per mesi incitato all' odio contro l' esposizione, quando i NoExpo devastano Milano dà la colpa al governo




permalink | inviato da gianniguelfi il 2/5/2015 alle 12:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

2 maggio 2015
Tagliare le pensioni d' oro è incostituzionale, qualcuno avverta i 5 Stelle
L'altra sera, subito dopo la sentenza della Consulta sull' incostituzionalità dei tagli alle pensioni superiori tre volte il minimo, alcuni parlamentari grillini (Fico e Toninelli) si sono subito affrettati a dire che era merito loro. Perché? Perché la relatrice della sentenza, Silvana Sciarra, era stata eletta alla Corte Costituzionale grazie al loro voto. E' vero, ma a proporla a quell' incarico è stato il PD. Loro si sono limitati ad accettarla. Ma c' è dell' altro. Questa è la seconda volta che l' Alta Corte boccia i tagli alle pensioni superiori a una certa cifra. Ora come faranno i 5 Stelle a continuare ad illudere i loro sostenitori, sulla possibilità di tagliare le pensioni d' oro (quelle in pagamento, perché quelle non ancora maturate ci ha già pensato Monti a tagliarle)?



permalink | inviato da gianniguelfi il 2/5/2015 alle 8:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

30 aprile 2015
Attento presidente Mattarella, Travaglio sta perdendo la pazienza
Amici, ma vi ricordate le rampogne di Travaglio a Napolitano perché, secondo lui, lanciava troppi moniti e interveniva troppo nel dibattito politico? Indovinate ora perché ha iniziato a contestare Mattarella. Bravi, avete indovinato: perché parla poco. Ecco l' incipit del pippone travagliesco sul Fatto di oggi.









permalink | inviato da gianniguelfi il 30/4/2015 alle 17:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa

29 aprile 2015
Ho la sensazione che con la fiducia Renzi abbia fatto una cazzata
1) Si sostiene che questa è la terza volta che un governo pone la fiducia sulla legge elettorale. Come se di tali leggi se ne facesse una ogni due anni. Invece è la quarta nell' ultimo mezzo secolo.

2) Si dice che la fiducia su tale tipo di leggi non andrebbe mai posta perché le regole debbono essere approvate dalla più larga maggioranza possibile (salvo poi lamentarsi se, adottando l' iter normale, i voti dell' opposizione diventano decisivi per farla passare). Ma dalla prima versione l' Italicum è profondamente cambiato proprio grazie ai desiderata delle opposizioni. Se queste votano cmq contro, il governo che ci può fare?

3) Si afferma che l' ultimo comma dell' art. 72 della costituzione ("La procedura normale di esame e di approvazione diretta da parte della Camera è sempre adottata per i disegni di legge in materia costituzionale ed elettorale") vieti di porre la fiducia sulle leggi elettorali. Ma se si lègge l' intero articolo, non solo la parte finale, si capisce subito che ciò che s' intende per procedura normale, è che tali leggi debbono essere approvate con il coinvolgimento di entrambe le camere e senza ricorrere alla decretazione d' urgenza.

Detto tutto questo ho come la sensazione che ricorrendo al voto di fiducia, Renzi abbia fatto una grande cazzata. Tanto più che sulle pregiudiziali di costituzionalità aveva ottenuto una larga maggioranza.





permalink | inviato da gianniguelfi il 29/4/2015 alle 5:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa

sfoglia aprile